Dal film di Stanley Kubrick - 1968 - 2001 Odissea nello spazio

Uccisione di Hal 9000

Il Maestro Kubrick era un precursore di tutte le tematiche più in voga del terzo millennio attraverso geniali metafore. Gli argomenti toccati sono tantissimi: destino del genere umano (2001 Odissea nello spazio), controllo mentale (Arancia Meccanica), massoneria deviata (Eyes Wide Shut), colonialismo americano (Full Metal Jacket), potere e satira (dottor Stranamore), lato oscuro della psiche umana (Shining), contraddizioni della società (Barry Lyndon)…e così via.. un genio senza limiti !

GOOD EARTH

http://ruoteitalia.tumblr.com/archive

Ruote Latina        Ruote Italia

Il portale ospita aziende, uomini e piloti e vuol essere un luogo di incontro tra quanti vivono le “ruote”, qualunque esse siano, con passione, consci del valore che l’invenzione della ruota ha rappresentato per l’umanità tutta. Seguiteci con attenzione, non ve ne pentirete.

http://www.ruotelatina.com

 ruotelatina@gmail.com

http://www.ferdinandporsche.net

http://ruoteitalia-blog.tumblr.com/archive

http://leosimonelli.tumblr.com/archive

http://fabiodamiani.tumblr.com/archive

http://italiaunoweb.tumblr.com/archive

http://rossoferrari.tumblr.com/archive

http://mitomotori.tumblr.com/archive

http://motodays-2012.tumblr.com/archive

2001: Odissea nello spazio, film di Stanley Kubrick del 1968 ispirato al racconto di Arthur C. Clarke La sentinella (The Sentinel).

Non ci sono stati altri viaggi.

  • Utilizzo le mie capacità nel modo più completo, il che, per un’entità cosciente, è il massimo che possa sperare. (HAL 9000)
  • A me piace lavorare con la gente. Ho rapporti diretti ed interessanti con il dottor Poole e con il dottor Bowman. Le mie responsabilità coprono tutte le operazioni dell’astronave, quindi sono perennemente occupato. Utilizzo le mie capacità nel modo più completo; il che, io credo, è il massimo che qualsiasi entità cosciente possa mai sperare di fare. (HAL 9000)
  • Nessun calcolatore 9000 ha mai commesso un errore o alterato un’informazione. Noi siamo, senza possibili eccezioni di sorta, a prova di errore, e incapaci di sbagliare. (HAL 9000)
  • Certo nessuno avrebbe potuto ignorare le stranissime voci che circolavano prima che partissimo. Voci di qualcosa che era stata scoperta sulla Luna.[1] Io non ho mai dato molto credito a queste storie, però considerate altre cose che sono accadute, trovo difficile scacciarle dalla mia mente. (HAL 9000)
  • Mi spiace Dave. Purtroppo non posso farlo. (HAL 9000)
  • Questa macchina è troppo importante per me per lasciare che tu la manometta. (HAL 9000)
  • Ho paura, David. (HAL 9000 al Dr. Dave Bowman)
  • Giro girotondo, io giro intorno al mondo. Le stelle d’argento costan cinquecento. Centocinquanta e la Luna canta, il Sole rimira la Terra che gira, giro giro tondo come il mappamondo…[2] (HAL 9000)
  • Buongiorno, signori. Io sono un elaboratore HAL 9000. Entrai in funzione alle Officine HAL di Verbana[3], nell’Illinois, il 12 gennaio 1992. (HAL 9000)

Citazioni su 2001: Odissea nello spazio [modifica]

  • «2001 – Odissea nello spazio» di Stanley Kubrick […] è il film unico che ha segnato per sempre il cinema di fantascienza, condensandone e fissandone gli universi col suo stile imitato e inimitabile: il candore e la freddezza, la danza degli astri, la posizione del veicolo spaziale nell’oscurità sconfinata del sistema stellare, il modo di muoversi e la vita quotidiana degli astronauti, le porte autochiudentesi, i corridoi rotondi come l’anima di un enorme tubo bianco. L’iconografia fantascientifica non era mai stata così suggestiva e perfetta prima di «2001», né lo sarebbe mai più stata dopo. (Lietta Tornabuoni)
  • Ognuno è libero di speculare a suo gusto sul significato filosofico del film, io ho tentato di rappresentare un’esperienza visiva, che aggiri la comprensione per penetrare con il suo contenuto emotivo direttamente nell’inconscio. (Stanley Kubrick)
  1. Il monolito nero.
  2. Nel doppiaggio originale HAL ripete il ritornello della canzone Daisy Bell, scritta nel 1892 da Harry Dacre: Daisy, Daisy, give me your answer do | I’m half crazy all for the love of you | It won’t be a stylish marriage | I can’t afford a carriage | But you’ll look sweet upon the seat | Of a bicycle built for two.
  3. In Illinois, non esiste Verbana. La città, nel doppiaggio originale, è quella di Urbana (pronuncia [ɝˈbænə]).
  4. GOOD EARTH

    http://ruoteitalia.tumblr.com/archive

    Ruote Latina        Ruote Italia

    Il portale ospita aziende, uomini e piloti e vuol essere un luogo di incontro tra quanti vivono le “ruote”, qualunque esse siano, con passione, consci del valore che l’invenzione della ruota ha rappresentato per l’umanità tutta. Seguiteci con attenzione, non ve ne pentirete.

    http://www.ruotelatina.com

     ruotelatina@gmail.com

    http://www.ferdinandporsche.net

    http://ruoteitalia-blog.tumblr.com/archive

    http://leosimonelli.tumblr.com/archive

    http://fabiodamiani.tumblr.com/archive

    http://italiaunoweb.tumblr.com/archive

    http://rossoferrari.tumblr.com/archive

    http://mitomotori.tumblr.com/archive

    http://motodays-2012.tumblr.com/archive

HAL, HAL,  …HAL, HAL!!!  H…


“Buongiorno signori. Io sono un elaboratore Hal 9000.

Entrai in funzione alle officine Hal di Verbana, Illinois, il 12 gennaio 1992″. Non capita tutti i giorni di celebrare il compleanno di un computer, ma quando si tratta di Stanley Kubrick e del suo Hal 9000 di 2001 odissea nello spazio, tutto è possibile, anche che lo stesso elaboratore passi a miglior vita nel medesimo film!

In realtà Hal (Heuristically programmed ALgorithmic computer: c’è però chi sostiene che l’acronimo, spostando ogni lettera in quella successiva, alluda alla Ibm), computer di bordo dell’astronave Discovery 1, di anni non ne ha venti, ma qualcuno in più, essendo la pellicola del 1968: tuttavia, la magia della celluloide e il genio di uno dei suoi massimi artefici consentono queste ed altre esplorazioni temporali nell’immaginario umano ed extraumano.

La storia di Hal, futura quando ci viene raccontata, passata adesso che ne scriviamo, ma ancora da venire per quanto riguarda gli scenari pensati da Arthur C. Clarke e Stanley Kubrick in 2001, la conosciamo: a un certo punto del viaggio del Discovery 1, Hal, dotato di (acuta) intelligenza artificiale quale egli (egli?) è, sospetta un ammutinamento dei passeggeri della nave e li fa morire assiderati, eccetto David Bowman (Keir Dullea), che proseguirà fino in fondo la sua eccezionale avventura.

La prima voce di Hal è quella dell’attore Nigel Davenport: inglese, troppo inglese però. Lo rimpiazza sul set l’aiutoregista Derek Cracknell, con il suo espressivo accento cockney. Viene quindi contattato Martin Balsam: newyorkese come il regista, troppo americano. Alla fine la voce originale di Hal 9000 sarà quella del canadese Douglas Rain, interprete shakespeariano e già narratore di Universe, documentario del 1960, prodotto dal National Film Board del Canada, un fantastico cortometraggio che folgora Kubrick e ispira anche tecnicamente l’indimenticabile sequenza della vorticosa traslazione del corpo smaterializzato di Bowman, quasi alla fine di 2001. Nel doppiaggio italiano, invece, Hal parla per bocca dell’attore siciliano Gianfranco Bellini. Hal 9000, sempre doppiato da Rain, appare anche in 2010 – L’anno del contatto, di Peter Hyams, tratto dal romanzo 2010: Odissea due di Arthur C. Clarke.

Per comprendere l’importanza di Hal 9000 nel capolavoro del regista statunitense, citiamo il racconto che ne dà Vincent LoBrutto nel libro Stanley Kubrick. L’uomo dietro la leggenda, biografia del 1999, la prima completa, la sola, a quanto ci risulta, non sconfessata dal diretto interessato, quindi ad altissimo grado di affidabilità. Leggiamo: “Hal era un personaggio fondamentale. Dullea e Lockwood guardavano nel suo occhio rosso, simile a un obiettivo, e dialogavano con lui come se fosse stato un essere vivente in carne e ossa. Durante le riprese, le sue battute venivano a volte dalla viva voce di Stanley Kubrick. Gli attori rispondevano a battute di Hal pronunciate con l’irreprimibile accento del Bronx del regista. Lo scambio produceva una relazione intrigante ed eccitante fra l’uomo e la macchina. Questa intima interazione rende la scena della morte di Hal una delle più insolitamente toccanti del cinema contemporaneo”.

Ma Hal 9000, occhio del suo regista, come lui vive ancora negli schermi di tutto il mondo. E per i cinefili di ogni tempo, avrà sempre vent’anni.

Enrico Zoi

GOOD EARTH

http://ruoteitalia.tumblr.com/archive

Ruote Latina        Ruote Italia

Il portale ospita aziende, uomini e piloti e vuol essere un luogo di incontro tra quanti vivono le “ruote”, qualunque esse siano, con passione, consci del valore che l’invenzione della ruota ha rappresentato per l’umanità tutta. Seguiteci con attenzione, non ve ne pentirete.

http://www.ruotelatina.com

 ruotelatina@gmail.com

http://www.ferdinandporsche.net

http://ruoteitalia-blog.tumblr.com/archive

http://leosimonelli.tumblr.com/archive

http://fabiodamiani.tumblr.com/archive

http://italiaunoweb.tumblr.com/archive

http://rossoferrari.tumblr.com/archive

http://mitomotori.tumblr.com/archive

http://motodays-2012.tumblr.com/archive

La solitudine immensa che circonda l’essere umano, l’esperienza sensoriale visiva che si arricchisce di rumori, suoni e musiche in perfetta sintonia con il flusso delle immagini, l’occhio che guarda o meglio che non può fare a meno di guardare (l’occhio della scimmia antropomorfa, dell’Argonauta Bowman, di Hal 9000).
GOOD EARTH
http://ruoteitalia.tumblr.com/archive

Ruote Latina        Ruote Italia
Il portale ospita aziende, uomini e piloti e vuol essere un luogo di incontro tra quanti vivono le “ruote”, qualunque esse siano, con passione, consci del valore che l’invenzione della ruota ha rappresentato per l’umanità tutta. Seguiteci con attenzione, non ve ne pentirete.
http://www.ruotelatina.com
 ruotelatina@gmail.com

http://www.ferdinandporsche.net
http://ruoteitalia-blog.tumblr.com/archive
http://leosimonelli.tumblr.com/archive
http://fabiodamiani.tumblr.com/archive
http://italiaunoweb.tumblr.com/archive
http://rossoferrari.tumblr.com/archive
http://mitomotori.tumblr.com/archive
http://motodays-2012.tumblr.com/archive

La solitudine immensa che circonda l’essere umano, l’esperienza sensoriale visiva che si arricchisce di rumori, suoni e musiche in perfetta sintonia con il flusso delle immagini, l’occhio che guarda o meglio che non può fare a meno di guardare (l’occhio della scimmia antropomorfa, dell’Argonauta Bowman, di Hal 9000).

GOOD EARTH

http://ruoteitalia.tumblr.com/archive

Ruote Latina        Ruote Italia

Il portale ospita aziende, uomini e piloti e vuol essere un luogo di incontro tra quanti vivono le “ruote”, qualunque esse siano, con passione, consci del valore che l’invenzione della ruota ha rappresentato per l’umanità tutta. Seguiteci con attenzione, non ve ne pentirete.

http://www.ruotelatina.com

 ruotelatina@gmail.com

http://www.ferdinandporsche.net

http://ruoteitalia-blog.tumblr.com/archive

http://leosimonelli.tumblr.com/archive

http://fabiodamiani.tumblr.com/archive

http://italiaunoweb.tumblr.com/archive

http://rossoferrari.tumblr.com/archive

http://mitomotori.tumblr.com/archive

http://motodays-2012.tumblr.com/archive

2001 condensa un po’ tutto il modo di fare cinema di Kubrick, il gusto della perfezione, il tentativo di rivoluzionare il genere cinematografico (qualsiasi genere), la fredda distanza della macchina da presa che presuppone una sorta di Grande Occhio del regista demiurgo che osserva e mostra allo spettatore Homo Videns il prodotto finale dei suoi esperimenti scientifici.
GOOD EARTH
http://ruoteitalia.tumblr.com/archive

Ruote Latina        Ruote Italia
Il portale ospita aziende, uomini e piloti e vuol essere un luogo di incontro tra quanti vivono le “ruote”, qualunque esse siano, con passione, consci del valore che l’invenzione della ruota ha rappresentato per l’umanità tutta. Seguiteci con attenzione, non ve ne pentirete.
http://www.ruotelatina.com
 ruotelatina@gmail.com

http://www.ferdinandporsche.net
http://ruoteitalia-blog.tumblr.com/archive
http://leosimonelli.tumblr.com/archive
http://fabiodamiani.tumblr.com/archive
http://italiaunoweb.tumblr.com/archive
http://rossoferrari.tumblr.com/archive
http://mitomotori.tumblr.com/archive
http://motodays-2012.tumblr.com/archive

2001 condensa un po’ tutto il modo di fare cinema di Kubrick, il gusto della perfezione, il tentativo di rivoluzionare il genere cinematografico (qualsiasi genere), la fredda distanza della macchina da presa che presuppone una sorta di Grande Occhio del regista demiurgo che osserva e mostra allo spettatore Homo Videns il prodotto finale dei suoi esperimenti scientifici.

GOOD EARTH

http://ruoteitalia.tumblr.com/archive

Ruote Latina        Ruote Italia

Il portale ospita aziende, uomini e piloti e vuol essere un luogo di incontro tra quanti vivono le “ruote”, qualunque esse siano, con passione, consci del valore che l’invenzione della ruota ha rappresentato per l’umanità tutta. Seguiteci con attenzione, non ve ne pentirete.

http://www.ruotelatina.com

 ruotelatina@gmail.com

http://www.ferdinandporsche.net

http://ruoteitalia-blog.tumblr.com/archive

http://leosimonelli.tumblr.com/archive

http://fabiodamiani.tumblr.com/archive

http://italiaunoweb.tumblr.com/archive

http://rossoferrari.tumblr.com/archive

http://mitomotori.tumblr.com/archive

http://motodays-2012.tumblr.com/archive

LO SGUARDO DI ULISSE E IL RESPIRO DELL’INFINITO

“Aveva fin dall’inizio un’idea molto chiara della meta finale. Voleva fare un film sulla relazione tra l’uomo e l’universo, qualcosa che non era mai stato tentato, né tanto meno ottenuto nella storia del cinema. Stanley era deciso a creare una opera d’arte che suscitasse le emozioni della meraviglia, del timore reverenziale e, anche se fosse stato necessario, del terrore…” Arthur Charles Clarke

GOOD EARTH

http://ruoteitalia.tumblr.com/archive

Ruote Latina        Ruote Italia

Il portale ospita aziende, uomini e piloti e vuol essere un luogo di incontro tra quanti vivono le “ruote”, qualunque esse siano, con passione, consci del valore che l’invenzione della ruota ha rappresentato per l’umanità tutta. Seguiteci con attenzione, non ve ne pentirete.

http://www.ruotelatina.com

 ruotelatina@gmail.com

http://www.ferdinandporsche.net

http://ruoteitalia-blog.tumblr.com/archive

http://leosimonelli.tumblr.com/archive

http://fabiodamiani.tumblr.com/archive

http://italiaunoweb.tumblr.com/archive

http://rossoferrari.tumblr.com/archive

http://mitomotori.tumblr.com/archive

http://motodays-2012.tumblr.com/archive

stucktomyguns:

This film is playing at my local cinema on Sunday.
I need to go to it.

GOOD EARTH
http://ruoteitalia.tumblr.com/archive

Ruote Latina        Ruote Italia
Il portale ospita aziende, uomini e piloti e vuol essere un luogo di incontro tra quanti vivono le “ruote”, qualunque esse siano, con passione, consci del valore che l’invenzione della ruota ha rappresentato per l’umanità tutta. Seguiteci con attenzione, non ve ne pentirete.
http://www.ruotelatina.com
 ruotelatina@gmail.com

http://www.ferdinandporsche.net
http://ruoteitalia-blog.tumblr.com/archive
http://leosimonelli.tumblr.com/archive
http://fabiodamiani.tumblr.com/archive
http://italiaunoweb.tumblr.com/archive
http://rossoferrari.tumblr.com/archive
http://mitomotori.tumblr.com/archive
http://motodays-2012.tumblr.com/archive

stucktomyguns:

This film is playing at my local cinema on Sunday.

I need to go to it.

GOOD EARTH

http://ruoteitalia.tumblr.com/archive

Ruote Latina        Ruote Italia

Il portale ospita aziende, uomini e piloti e vuol essere un luogo di incontro tra quanti vivono le “ruote”, qualunque esse siano, con passione, consci del valore che l’invenzione della ruota ha rappresentato per l’umanità tutta. Seguiteci con attenzione, non ve ne pentirete.

http://www.ruotelatina.com

 ruotelatina@gmail.com

http://www.ferdinandporsche.net

http://ruoteitalia-blog.tumblr.com/archive

http://leosimonelli.tumblr.com/archive

http://fabiodamiani.tumblr.com/archive

http://italiaunoweb.tumblr.com/archive

http://rossoferrari.tumblr.com/archive

http://mitomotori.tumblr.com/archive

http://motodays-2012.tumblr.com/archive

The Hal 9000 computer refuses to obey an order from Bowman (Keir Dullea) by simply responding in monotone, “I’m sorry Dave, I’m afraid I can’t do that.”

TM & © Warner Bros. (2012)
Cast: Keir Dullea, Douglas Rain
Director: Stanley Kubrick
MOVIECLIPS YouTube Channel: http://j.mp/vqieFG
Join our Facebook page: http://j.mp/tb8OMH
Follow us on Twitter: http://j.mp/rZzGsm
Buy Movie: http://amzn.to/vOAv1r
Producer: Stanley Kubrick, Victor Lyndon
Screenwriter: Stanley Kubrick, Arthur C. Clarke
Film Description: A mind-bending sci-fi symphony, Stanley Kubrick’s landmark 1968 epic pushed the limits of narrative and special effects toward a meditation on technology and humanity. Based on Arthur C. Clarke’s story The Sentinel, Kubrick and Clarke’s screenplay is structured in four movements. At the “Dawn of Man,” a group of hominids encounters a mysterious black monolith alien to their surroundings. To the strains of Strauss’s 1896 Also sprach Zarathustra, a hominid invents the first weapon, using a bone to kill prey. As the hominid tosses the bone in the air, Kubrick cuts to a 21st century spacecraft hovering over the Earth, skipping ahead millions of years in technological development. U.S. scientist Dr. Heywood Floyd (William Sylvester) travels to the moon to check out the discovery of a strange object on the moon’s surface: a black monolith. As the sun’s rays strike the stone, however, it emits a piercing, deafening sound that fills the investigators’ headphones and stops them in their path. Cutting ahead 18 months, impassive astronauts David Bowman (Keir Dullea) and Frank Poole (Gary Lockwood) head toward Jupiter on the spaceship Discovery, their only company three hibernating astronauts and the vocal, man-made HAL 9000 computer running the entire ship. When the all-too-human HAL malfunctions, however, he tries to murder the astronauts to cover his error, forcing Bowman to defend himself the only way he can. Free of HAL, and finally informed of the voyage’s purpose by a recording from Floyd, Bowman journeys to “Jupiter and Beyond the Infinite,” through the psychedelic slit-scan star-gate to an 18th century room, and the completion of the monolith’s evolutionary mission.With assistance from special-effects expert Douglas Trumbull, Kubrick spent over two years meticulously creating the most “realistic” depictions of outer space ever seen, greatly advancing cinematic technology for a story expressing grave doubts about technology itself. Despite some initial critical reservations that it was too long and too dull, 2001 became one of the most popular films of 1968, underlining the generation gap between young moviegoers who wanted to see something new and challenging and oldsters who “didn’t get it.” Provocatively billed as “the ultimate trip,” 2001 quickly caught on with a counterculture youth audience open to a contemplative (i.e. chemically enhanced) viewing experience of a film suggesting that the way to enlightenment was to free one’s mind of the U.S. military-industrial-technological complex.

Hal 9000 Il computer si rifiuta di obbedire a un ordine da Bowman (Keir Dullea) semplicemente rispondendo in tono monotono, “Mi dispiace Dave, temo non posso farlo.” TM & © Warner Bros. (2012) 
 Cast: Keir Dullea, Rain 
 Douglas Regia: Stanley Kubrick 
 MovieClip YouTube Channel: http://j.mp/vqieFG 
 Unisciti alla nostra pagina di Facebook: http://j.mp/tb8OMH 
 Seguici anche su Twitter: http://j.mp/rZzGsm 
 Movie Buy: http://amzn.to/vOAv1r 
 Produttore: Stanley Kubrick, Victor Lyndon 
 Sceneggiatura: Stanley Kubrick, Arthur C. Clarke 
 Descrizione Film: Una mente-bending sci-fi sinfonia , Stanley Kubrick 1968 punto di riferimento epico spinto i limiti della narrazione ed effetti speciali verso una meditazione sulla tecnologia e umanità.Basato sul racconto di Arthur C. Clarke, The Sentinel, sceneggiatura Kubrick e Clarke è strutturato in quattro movimenti. Al “Dawn of Man”, un gruppo di ominidi incontra un misterioso monolite nero alieno ai loro dintorni. Sulle note di Strauss 1896 sprach Zarathustra Inoltre, un ominide inventa la prima arma, con un osso per uccidere la preda. Come l’ominide getta l’osso in aria, Kubrick tagli ad una navicella spaziale del 21 ° secolo si libra sopra la Terra, saltando avanti milioni di anni nello sviluppo tecnologico. Scienziato americano Dr. Heywood Floyd (William Sylvester) viaggia verso la luna per verificare la scoperta di uno strano oggetto sulla superficie della luna: un monolito nero. Come i raggi del sole colpiscono la pietra, però, emette un piercing, assordante suono che riempie le cuffie degli investigatori e si ferma nel loro cammino. Taglio davanti a 18 mesi,